Notizia Ansa: Euronext in tilt

19.10.2020

Per chi vuole eliminare il contante ... Leggi articolo.

Per chi non ha letto lavocedeltrentino.it del 12 Ottobre 2020

16.10.2020

Spett.Le Direttore, Sono una mamma di tre bambini e voglio denunciare un fatto gravissimo Leggi articolo.

OMS e definizione di salute

11.10.2020

Quali sostanziali differenze si posso cogliere da queste due affermazioni ? Leggi articolo.

Mascherine portate sempre più spesso

01.10.2020

Sarà un esperimento conforme alla scienza? Leggi articolo.

Motore Italia Carlo Negri

27.09.2020

che si tratti di effetti collaterali di covid-19 ? Leggi articolo.

WhatsApp

25.09.2020

Le app di monitoraggio di WhatsApp consentono alle persone di capire quando dormi e con chi stai parlando Leggi articolo.

“La preghiera è l’elevazione dell’anima a Dio o la domanda a Dio di beni convenienti”. Da dove noi partiamo pregando? Dall’altezza del nostro orgoglio e dalla nostra volontà o “dal profondo “ (Sal 130,1) di un cuore umile e contrito ? E’ colui che si umilia ad essere esaltato. L’umiltà è il fondamento della preghiera. “Nemmeno sappiamo che cosa sia conveniente domandare (Rm 8,26). L’umiltà è la disposizione neccessaria per ricevere gratuitamente il dono della preghiera: “L’uomo è un mendicante di Dio”.
Catechismo CC. 2559.


Il lavoro umano proviene immediatamente da persone create ad immagine di Dio e chiamate a prolungare, le une con e per le altre, l’opera della creazione sottometendo la terra. Il lavoro quindi, è un dovere: “Chi non vuol lavorare neppure mangi” (2 Ts 3,10).
Catechismo CC 2427.


Nel lavoro la persona esercita e attualizza una parte delle capacità iscritte nella sua natura. Il valore primario del lavoro riguarda l’uomo stesso, che ne è l’autore e il destinatario. Il lavoro è per l’uomo e non l’uomo per il lavoro. Ciascuno deve poter trarre dal lavoro i mezzi di sostentamento per la propria vita e per quella dei suoi famigliari, e servire la comunità umana.
Catechismo CC 2428.